L’aria di Palermo

Come sapete il nostro staff è molto affiatato ed oltre a lavorare insieme siamo anche amici dunque dedico questo post ad Alessandra per parlarvi dell’aria di Palermo.

Una volta eravamo in giro per le strade di notte, al ritorno dalla taverna azzurra e lei mi disse: la senti questa aria qui, l’aria della notte, l’aria di Palermo? A me da energia per questo vivo qui!

E del resto ha ragione… l’argomento non fu solo figlio del pastis ma tra le vie di palermo dai vita ai 5 sensi:
olfatto: l’odore del mare…. Si in una città caotica come la nostra puoi sederti al Foro Italico e leggerti un libro in riva al mare
Gusto: un mix di sapori di una terra viva, di prodotti a km zero da gustare, i limoni di sicilia e la sua grattatella, panelle e crocchè, coppi di pesci fritti, dolci da diabete a 600… è quasi ora di pranzo… mi fermo!

Vista: In questa città puoi ammirare le bellezze che gli arabi ed i normanni ci hanno  lasciato infatti siamo patrimonio dell’unesco, fino alle bellezze liberty della famiglia floria con il Villino Florio e la magica via libertà.

Udito: ai palermitani “ci piaci abbanniari” che vuol dire, i palermitani per vendere i loro prodotti gridano per esempio come fareste ad accorgervi dello sfincione se non sentireste l’omino che grida “accattativillu cavuru è”! ahhaha

Tatto: direi che siamo famosi per il detto “u ziu vasa vasa” ovvero quell’omino che quando vede qualcuno la prima cosa che fa è baciarlo, viste le nostre “mixate” origini siamo un popolo caldo che si abbraccia e si bacia!

Dunque, se avete voglia di mettere in moto i vostri 5 sensi veniteci a trovare, non ve ne pentirete!

manuela

Write a Reply or Comment